BENTORNATA PRIMAVERA!

Cosa succede quando finisce l’inverno e inizia la primavera?

Per invitare i miei alunni di una sezione eterogenea di scuola dell’infanzia a scoprire alcune caratteristiche di questa stagione ho presentato loro il racconto “Il fiore campanellino”.

Potete leggere il testo o, se preferite, ascoltare la storia!

“IL FIORE CAMPANELLINO”

La farfalla Lillalalla e la coccinella Ornella si sono date appuntamento nel grande prato vicino al bosco. “Hai visto Lillalalla?” chiede la coccinella all’amica “ormai è primavera, ma nel prato non ci sono ancora molti fiori… Andiamo a vedere da vicino, voglio scoprire il perché!”. Le due amiche, volando tra l’erba, scorgono molti boccioli di fiori ancora chiusi, fino a quando la coccinella esclama: “Guarda laggiù! Quel fiore campanellino è il solo ad essere sbocciato!”.

In un attimo Lillalalla ed Ornella raggiungono il fiore e mentre lo osservano il fiore dice loro: “Sono contento che siate venute qui da me, forse voi potete aiutarmi! Dovete sapere che poco fa è arrivato il folletto della primavera per svegliare tutti i fiori del prato con il suono del suo campanello ed invitarli a sbocciare perché adesso il sole è più caldo; ma per adesso il folletto ha svegliato soltanto me!”. “E come mai?” chiedono Ornella e Lillalalla. “Il folletto aveva fretta di andare a riprendersi il suo cappello a casa e mi ha detto: ‘Lascio a te il mio campanello magico, lo appendo tra i tuoi petali, solo tu puoi suonarlo perché sei un fiore campanellino; se cominci a dare la sveglia agli altri fiori del prato, mi aiuterai a far giungere in tempo la primavera.”

Coccinella e farfalla si guardano confuse… “Ma allora perché nessun fiore è ancora sbocciato oltre a te?”. “Perché per suonare il campanello del folletto aspettavo che il vento, con il suo soffio, mi facesse dondolare; ma oggi il vento non è ancora arrivato! Me la dareste voi una spinta?”. “Certamente” rispondono Lillalalla ed Ornella entusiaste, e subito cominciano a svolazzare intorno al fiore, sfiorandolo per dargli delle piccole spinte. Ecco allora che, tra i fiori ancora addormentati, si diffonde il suono del campanellino e a poco a poco tutti iniziano a sbocciare, riempiendo il prato coi fiori ed i profumi della primavera.

(Fonte ignota. Se sei l’autore di questo testo per favore contattami, sarei contenta di citarti o di rimuovere il testo nel caso in cui tu lo volessi)

Ecco la primavera, è tutta fiorita: la natura rinasce a nuova vita, poi l’aria con la sua fresca brezza, che dolcemente tutto accarezza (M. Elisabetta Giordani)

RICICLARE PER…CREARE!

Dopo aver condiviso con i bambini osservazioni e riflessioni emerse dalla lettura del racconto, ho proposto loro un’attività laboratoriale in cui hanno realizzato la farfalla Lillalalla e la coccinella Ornella tridimensionali utilizzando materiale di recupero, spiegando loro che se i rifiuti non si possono riutilizzare, si dovrebbe recuperare il relativo materiale per quanto possibile, preferibilmente attraverso il riciclo creativo. Nel nostro specifico caso abbiamo utilizzato rotoli di carta igienica e cartone delle uova per costruire, rispettivamente, la farfalla e la coccinella.

MATERIALE:

rotolo di carta igienica

cartone uova

cartoncino bristol bianco

tempere

colla

occhietti adesivi

A seguire alcune foto della preparazione e dei prodotti finiti:

La farfalla Lillalalla

…e la coccinella Ornella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *